Una ricetta che
sa di innovazione

Abbiamo preso il meglio delle novità tecnologiche e le abbiamo applicate con un pizzico di creatività e tanto buon senso.

Prova Experio

 

CONSULENZA

 

 

TECNOLOGIA

 

 

CREATIVITA’

 

I progetti di Experio sono sempre composti, come una buona torta fatta in casa, da tre strati principali.

Un primo strato è fatto da una componente consulenziale (più o meno ampia a seconda dell’orizzonte progettuale) che ci consente di individuare insieme al Cliente quali sono gli obiettivi di miglioramento del progetto e quali modalità sono più adatte al loro raggiungimento. Tale fase è inoltre fondamentale per “calare” tale progetto all’interno delle enormi potenzialità offerte da Experience Api.

Il secondo strato è costituito da elementi tecnologici che provvediamo a mettere a disposizione del progetto, configurandoli per tradurre in realtà gli obiettivi messi a fuoco nella prima fase. Non vi è limite a questa parte anche se dipende ovviamente dal budget a disposizione e dall’impostazione che si desidera dare al progetto. Si va dall’uso dell’applicazione per dispositivi mobili sino all’utilizzo di dispositivi IoT e “indossabili”. Anche in questo caso l’aderenza allo standard di Experience Api consente ad Experio di rendere coerenti le esperienze registrate dai più diversi dispositivi.

L’ultimo strato, l’ultimo ad arrivare ma il più visibile, è costituito da un pizzico di creatività. Grazie all’esperienza maturata in tanti progetti di comunicazione sappiamo sfruttare al meglio la commistione di digitale e fisico “vestendo” graficamente le esperienze che caratterizzano ciascuno dei progetti. Se vi è capitato di vedere uno dei nostri “SmartBox” capite di cosa parliamo…

Gli ingredienti

Come raccontiamo nella pagina del perché, la nascita di Experio è figlia del contesto in cui ci siamo trovati ad operare e delle esperienze che abbiamo vissuto negli ultimi 10 anni. E’ in atto una vera rivoluzione tecnologica che ha decine e decine di filoni. Ciascuno di essi ha impatti su settori completamente differenti, tanto che  a volte  si può pensare che sia un fenomeno disordinato, “violento” e disarmonico.

Nel nostro piccolo abbiamo cercato di capire il senso profondo di ciascuna delle novità tecnologiche, tentando di metterle al servizio dell’obiettivo finale di Experio, quello di rendere possibile un continuo miglioramento di sé stessi.

Experience API

Si tratta del nuovo standard internazionale dell’industria dell’e-learning (realizzato per conto dell’ADL, Advanced Distribuited Learning, il comitato internazionale che si occupa della messa a punto e della diffusione degli standard del settore).
Si tratta tecnicamente di un set di specifiche open source che si pongono l’obiettivo di fornire gli strumenti tecnologici necessari alla messa a punto di sistemi evoluti per la registrazione delle esperienze di apprendimento ovunque ed in qualunque contesto esse avvengano.
Le specifiche garantiscono inoltre l’interoperabilità dei dati generati dalle registrazioni. A circa 28 mesi dal rilascio della prima versione ufficiale dello standard, vi hanno già aderito oltre il 90% degli operatori del settore. Questo standard rappresenta il cuore di tutto il progetto Experio, l’elemento che accomuna tutti i moduli che ne fanno parte.

Open Badges

Anche in questo caso si tratta di uno standard internazionale, anche esso distribuito in modalità open source.

L’ente promulgatore è Mozilla Foundation, società no profit che si prefigge di promuovere tecnologie per la diffusione e la valorizzazione della rete in ambito “education”.
La specifica Open Badges Api consente di riconoscere e certificare l’avvenuta acquisizione di una competenza o di una conoscenza a seguito di una specifica esperienza formativa:
i plus di questo standard sono l’intercambiabilità e l’interoperabilità dei metadati sottesi ai riconoscimenti.

Gamification

E’ un trend trasversale: lo si usa nel marketing per aumentare il traffico di siti o negozi on line; nella formazione è utilizzato per la produzione di corsi, simulazioni e business game oppure per potenziare il meccanismo di incentivazione al completamento dei programmi formativi.

In realtà le tecniche di gamificazione possono essere applicate a qualsiasi processo aziendale per elevare al massimo la motivazione al raggiungimento dei risultati.

E‘ così possibile stimolare un comportamento attivo e misurabile aumentando l’engagement, creare un interesse attivo verso il messaggio da comunicare.

Geolocalizzazione e servizi di prossimità

L’esplosione dei servizi che tracciano dove siamo e legano le nostre esperienze di tutti i giorni ai luoghi è l’inevitabile conseguenza di un mondo in cui la mobilità la fa da padrona.
Se fino a qualche tempo fa ci si limitava al Gps, ormai è un proliferare di servizi che utilizzano i più diversi standard di comunicazione. L’idea che abbiamo avuto è di usare queste tecnologie per abbinarle alle cose che apprendiamo o che dobbiamo fare per lavoro.

Internet of Things (IoT)

L’Internet delle cose è vista come una possibile evoluzione dell’uso della Rete. Gli oggetti e gli spazi si rendono riconoscibili e acquisiscono intelligenza grazie al fatto di poter comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni aggregate da parte di altri. Tutti gli oggetti possono acquisire un ruolo attivo grazie al collegamento alla Rete. Questo trend è alla base dei due moduli più innovativi di Experio (Spaces e Wearables).

API (Application Programming Interface)

Se gli oggetti comunicano con le persone ancora di più è possibile affermare che i software comunicano
tra di loro. Da anni ormai intorno ai più diffusi ed innovativi software si è creato un vero ecosistema di applicazioni che interagiscono permettendo agli utenti di combinare funzionalità, confrontare dati, scambiare informazioni. Experio sfrutta questi servizi web evoluti per tradurre nel linguaggio di Experience Api le attività che avvengono all’interno di altri programmi.

Wearable Technologies

Il trend delle tecnologie indossabili è fondamentale per capire uno dei moduli in particolare (Experio Wearable) ma anche per comprendere le straordinarie potenzialità di crescita ed evoluzione del progetto. Se, come pare sempre più probabile, le persone indosseranno strumenti tecnologici capaci di comunicare con altri dispositivi e collegarsi alla rete, Experio consentirà di parlare di “wearable training” e “wearable working”.

Un sistema, anzi un eco-sistema

Anche se Experio contiene tanta tecnologia, desideriamo che questa componente sia “trasparente” per il Cliente, che si deve concentrare sugli obiettivi di miglioramento.

Per chi volesse comunque capire come è strutturato un progetto Experio abbiamo predisposto uno schema dell’architettura.

A questo punto dovremmo averti incuriosito. Il prossimo passo che ti chiediamo di fare è di toccare con mano il metodo Experio.

Prova Experio

Abbiamo predisposto un semplice configuratore che ti aiutera’ a capire che tipo di investimento richiede un progetto di Experio.